Pages

Subscribe:

mercoledì 29 ottobre 2014

CONSIGLI PER FARE LA ESCORT PARTE II

Adesso che ho maturato un po' più di esperienza mi sento di scrivere un altro post sui consigli da dare a chi vuole intraprendere questo stile di vita (dico sempre che chiamarlo lavoro è riduttivo); ricordo sempre che non sono l'oracolo e non prendete ciò che scrivo come oro colato.

1. Evitate di farvi piercing in zona bocca: ho parlato con diversi medici e mi hanno confermato che sono ferite perennemente aperte, quindi se fate i pompini scoperti è il primo veicolo di trasmissione di malattie veneree.
Inoltre i piercing al labbro e alla lingua danneggiano denti e gengive.

2. Non fatevi tatuaggi religiosi/politici: facendo questo lavoro incontrerete vari tipi di uomini e potrebbe crearvi non poche discussioni.

3. Se volete pubblicare le vostre foto fatelo in modo che non siate riconoscibili: ancora adesso sto pregando in cinese perché sparisca del materiale dalla rete dove io sono visibilissima.
Vi garantisco che nella vita non si può mai sapere e certi aspetti del vostro passato possono uscire allo scoperto nei momenti meno opportuni come un divorzio o un futuro matrimonio.

4. Non fatevi coinvolgere troppo dall'incontro con il cliente, innamorarsi di lui è un'arma letale, ci ho sbattuto la faccia per ben due volte.
Incontrate quindi sempre in modo freddo, recitate ma considerate il cliente ai livelli di una scopata da una botta e via anche se è un vostro fisso.

5.Fate della vita sociale che non abbia nulla a che vedere col vostro lavoro: staccare è davvero terapeutico e si lavora anche meglio.

6. Abbiate delle persone di fiducia da contattare in caso di pericolo durante un incontro.

7. Se avete un compagno non ditegli del vostro lavoro, su certe cose è bene rimanere ignoranti.
Il più delle volte un uomo che sta con voi è per interesse e non perché vi ama.

8. Risparmiate sempre una parte dei soldi guadagnati, vi torneranno utili per il futuro: io per esempio mi sono fatta un piano pensionistico e comprata una casa.

9. Siate SEMPRE oneste con i clienti: date delle descrizioni fisiche e delle prestazioni veritiere, eviterete rifiuti o discussioni al momento dell'incontro.
Inutile dire che amate l'anale se poi non lo fate o dire che siete formose quando pesate 130 kg.

10. Ogni incontro è come il vostro primo appuntamento con un ragazzo, quindi vestitevi in modo carino, un vestitino e un paio di tacchi alti andranno benissimo.

11. Andate all'incontro con pochi soldi nella borsa, sia mai che vi vogliano rapinare almeno non avete chissà quanto con voi.

12. Evitate di rivelare ai cliente le vostre informazioni personali come nome vero, dove abitate etc.

Spero che ciò vi sia utile in qualche modo,

Baci

Do Solo Del Mio


lunedì 27 ottobre 2014

IL PAESE DEGLI ABBORDATORI

Da quando sono venuta ad abitare in questo paese mi succede spesso di essere abbordata da uomini in macchina oppure in giro, dove vivevo prima non succedeva praticamente mai.

Ma vi racconto qualche episodio esilarante:

1. Un giorno stavo tornando a casa da un incontro e sulla strada di casa si è accostato a me un signore sulla cinquantina e sul BMW che mi chiede se sono impegnata, io ovviamente gli ho risposto: "Sono in procinto di sposarmi" ed è andato via.

2. Una volta me sono andata al mercato con le mie cagnette e si è avvicinato un terronazzo orrendo che prima ha cominciato a fare i complimenti a loro, poi ai miei tatuaggi e poi a me per poi finire con la solita domanda:" Ma sei impegnata" e anche lì ha ricevuto la medesima risposta del demente in BMW.
Sto scemo di guerra ha anche fatto ridere il cinese della sartoria dove vado sempre a far fare gli orli visti i prezzi bassi e l'ottimo lavoro, come per dire "Ma che disperato".

3. Stavo andando all' Esselunga e c'era un cane corso, siccome non resisto ai molossi mi sono avvicinata per dire che bella e il padrone ha avuto la bella pensata di dirmi: "Sei una bella donna ci possiamo conoscere?" notare che era uno sulla quarantina trasandatissimo, quindi ho declinato e mi sono dileguata dentro il supermercato.

4. Questo sabato appena passato stavo andando da un cliente e dalla macchina mi saluta un signore che assomigliava tantissimo a un mio vicino di casa, così ricambio.
Non l'avessi mai fatto che mi trovo sto fenomeno dove mi faccio venire a prendere di solito per chiedermi se avessi un minuto per lui.
Guardandolo e sentendolo parlare mi sono resa conto che era uno straniero mai visto e gli ho detto:" Per te non ho manco un secondo".
Meno male che è andato via e subito dopo è arrivato il cliente.
Oltretutto questo straniero aveva la macchina grigia come chi doveva venire con me, per fortuna chiedo sempre la marca e in questo caso mi è stato utilissimo perché ho capito che non era giusto.

Insomma quando sono in giro non posso mai stare tranquilla, i morti di figa sono sempre in agguato.

Adesso vi saluto, ho gli occhi lessi dal PC

Baci

Do Solo Del Mio

venerdì 24 ottobre 2014

IL PIACERE DI AVERE IL CICLO

Era da tanto che non avevo i dolori mestruali, ieri mi sono arrivati e ne ho approfittato per poltrire sul letto e sul divano spupazzando le mie cagnoline.

Ieri poi avevo un mal di testa assurdo per via di sto ventaccio che c' è in questi giorni, sono uscita solo per andare in palestra e vedere un cliente ma poi mi sono barricata in casa indossando un pigiama con temi natalizi che ha fatto le guerre puniche e mi sono goduta qualche ora di relax trascurando anche il lavoro.

Se in questi giorni mi capita un incontro uso il caro e vecchio metodo della spugna, come dice una mia collega mai buttare via il lavoro.

Adesso sono sveglia da quasi tre quarti d'ora, credo che tra poco prenderò l ibuprofene perché i dolori non li tollero già più e poi devo andare in palestra e fare altre cose, insomma lo show deve andare avanti.

Oltretutto stasera vedo anche un gruppo di amici con i quali farò le sei del mattino, quindi è bene essere in forma.

Ora vi saluto, vado a prendere un antidolorifico, 

Baci

Do Solo Del Mio

mercoledì 22 ottobre 2014

LE RIVINCITE DELLA VITA

Prima o poi arrivano per tutti e per questa ho dovuto attende diversi anni ma alla fine quest'estate sono stata accontentata: finalmente i miei genitori hanno capito che mio cognato è un coglione.

Lui come al solito è sceso in Sardegna a casa dei miei con mio nipote e mia madre gli ha chiesto se poteva portarmi su dei formaggi, solo che io le ho detto che non era il caso perché sono a dieta e volevo evitare di mettere su due kg solo guardandoli.

Mio cognato, sentendo questo, ha avuto la bella pensata di imboscarseli nella valigia per tenerseli, solo che mia mamma li ha trovati ed è andata a riprenderseli.
Non l'avesse mai fatto: lui ha cominciato a sbraitare e a inveire contro di lei, tanto da farla incazzare e farsi sbattere fuori di casa (mia mamma è buona cara ma è meglio non farla arrabbiare).

Così i miei e lui non si parlano da agosto e io ho potuto dirgli: "Ve l'avevo detto, io vi avevo avvertito quando avevo 16 anni, ma mi avete sempre preso per la stronza di turno".
Loro ovviamente non hanno potuto fare altro che stare zitti perché avevo inesorabilmente ragione.

Ma il bello (brutto per loro) è arrivato questo giovedì appena passato quando si sono trovati l'ufficiale giudiziario con i fabbri intenti a cambiare la serratura della loro porta di casa perché in debito con le spese condominiali di più di 40 mila euro.

Mi è spiaciuto solo per mia nipote perché stava tornando da scuola e ha trovato queste persone, mio padre poi sentendo il trambusto è corso su a vedere cosa succedeva e ha detto che non ha mai provato così tanta vergogna come in quel momento, ha addirittura detto a mia madre che se avesse avuto una pistola si sarebbe sparato (non ha affermato una cosa del genere nemmeno quando ha scoperto il mio lavoro, se non altro io non ho mai avuto debiti specialmente di questo calibro).

Inutile dire che a mia sorella ho dato dell'irresponsabile perché è sempre stata un'inguaribile spendacciona, al contrario di me che invece tengo sempre sotto controllo le mie spese e compro il "superfluo" solo dopo aver pagato l'indispensabile (mutuo, bollette, spese condominiali e carta di credito).

Ora pare che per bloccare il procedimento debbano cacciare un acconto di 5 mila euro e poi organizzare un piano di rientro, ma visto il debito hai voglia a rientrare.

Detto ciò vi saluto, vado a guardarmi un po' di TV che oggi non lavoro

Baci

Do Solo Del Mio

lunedì 20 ottobre 2014

LA REGOLA DELL'AMICO

"La regola dell' amico non sbaglia mai, se sei amico di una donna non ci combinerai mai niente..." cantava Max Pezzali tanti anni fa e io posso dire che ci vedeva lungo perché in questi giorni mi è capitato un episodio del genere.

Su un social network ho conosciuto un ragazzo di due anni in meno di me con il quale pareva ci fosse molto feeling a livello di amicizia, lo invitavo spesso a casa mia etc, ma a un certo punto mi sono accorta che lui voleva ben altro perché mi riempiva di complimenti, mi faceva strani discorsi sulle relazioni sentimentali e soprattutto il sabato sera si accozzava a casa mia fino alle tre di notte sperando che magari gliela dessi.

Ma come dicevo in qualche post fa lui non mi ha mai attirato manco per una trombata (anche perché è bruttissimo, già mi tocca scoparmeli lavorando, almeno nella vita privata vado a letto con chi mi piace ecchecazzo, non sono mica la carità cristiana) e non gli ho mai dato adito a pensare che mi piacesse.

Se poi lui si è fatto i film mentali quello è un altro paio di maniche; ad ogni modo venerdì mi ha scritto dicendo che non si fa sentire perché vuole disintossicarsi dalle mie solite cose: effettivamente sono stata molto ripetitiva, ma secondo me la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata quando ha saputo che flirtavo col naziskin, tant'è che gli ha anche dato del bimbo minchia (per caso rosica? Ma nooooooo...è solo una mia impressione).

Inoltre quando gli ho detto che sabato sarei andata da un'amica a darle conforto perché sua nonna è appena venuta a mancare mi ha risposto: "Eh vabbè dai capita" e questa replica non mi è piaciuta, mi ha fatto capire che non ha incassato bene il mio disinteresse sentimentale/sessuale nei suoi confronti.
Mi è capitato tanti anni fa con un altro ragazzo, ogni tanto succede, ci ho fatto l'abitudine.

Da una parte mi sono sentita sollevata almeno quando lo vedo non dovrò vedere il suo sguardo famelico, anzi il mese prossimo dovrei andare a un concerto con lui ma andrò da sola, almeno posso rimorchiare in santa pace.

Io poi lo dico sempre: se una donna ti parla dei ragazzi che le piacciono 99 su 100 non è interessata a te, è inutile che le fai mille manfrine, tanto non te la dà.

Ovviamente non lo cercherò più e se lo farà lui gli risponderò con fredda cortesia, ormai lo vedo come uno sconosciuto e null'altro.

Queste situazioni mi lasciano l'amaro in bocca, pensavo fosse un amico e invece voleva ben altro da me, anzi meglio che non sa che faccio la escort, ne rimarrebbe alquanto sconvolto (una volta ho affrontato l'argomento e ho capito che lui le denigra, mi sarebbe venuto da dirgli" Ah coglione, va che ne hai una proprio davanti"), ma in certi casi è bene rimanere nell'ignoranza,

Ora vi saluto che sono quasi le due di notte

Baci

Do Solo Del Mio

giovedì 16 ottobre 2014

SMARRITA A MILANO

Ormai mi reco a Milano solamente per fare shopping (specie nel periodo dei saldi, anzi non mi perdo il primo giorno di svendite manco se avessi le gambe rotte) o per questioni di mera necessità perché dove vivo adesso sto benissimo e ho tutto vicino, ma l'altro ieri mi ha chiamata un cliente alle 18 per chiedermi se fossi disponibile a raggiungerlo per le 23 nel suo albergo in zona Porta Romana.

Io scazzatissima gli ho detto che volevo 50 Euro extra anticipate su Postepay, pensavo di dissuaderlo e invece in pochi minuti me li sono trovati sulla prepagata, così tra una bestemmia e l'altra ho cenato, mi sono vestita e ho chiamato mio padre per avvertirlo che avrei dormito a casa sua (purtroppo per quell'ora non ci sono treni disponibili).

Mi reco all'hotel imprecando come una dannata, sbaglio stanza e mi apre una signora, poi rileggendo l' sms mi rendo conto che il mio cliente è due camere più avanti, così busso e mi apre un ragazzo carinissimo e penso che almeno non mi è andata male.

Fortunatamente è anche durato poco e a mezzanotte e dieci ero già fuori dall'albergo, oltretutto ho anche beccato con il receptionist che voleva un mio documento e non volevo darglielo ma solo scappare via.

Purtroppo a quell'ora i mezzi scarseggiano e io mi sono letteralmente disorientata: per fortuna che poi ho trovato un bus che mi accompagnasse in stazione dove prendere poi l'autobus sostitutivo che mi portasse dove abita mio padre.
Ho fatto una corsa assurda e  l'ho preso per un pelo, ho anche trovato un autista che non mi ha fatto pagare il biglietto e ha aspettato un disabile che stava arrivando per prendere il mezzo, ogni tanto ci sono persone umane in giro.

Sono arrivata a casa di mio padre alle 2 di notte e non ho assolutamente fatto fatica a prendere sonno.

Già che c'ero la mattina dopo ne ho approfittato per andare su in solaio a prendere delle cose da portarmi a casa, per fare colazione nella pasticceria sotto casa (nel mio paese non ci sono) e per passare un po' di tempo con il cane di mia sorella.

Purtroppo non sono potuta rimanere lì per molto perché alle 12.30 sarebbe poi arrivato il serramentista delle inferriate per prendere le misure delle fineste (ieri poi ero talmente rincoglionita che quando mi ha citofonato mi ero pure scordata che sarebbe venuto, l'ho pure scambiato per l'addetto RAI).

Dopo aver mangiato qualcosa mi sono messa a dormire ma appena mi sono svegliata mi ha chiamata uno che era già venuto chiedendomi se fossi libera da lì a 45 minuti e visto che il lavoro e i soldi non si buttano mai, mi sono preparata in men che non si dica, tanto che ho fatto anche in tempo ad andare al supermercato mentre lo stavo aspettando.

Avevo anche la candida, quindi è stato anche infernale fare l'incontro con lui e appena sono arrivata a casa mi sono subito messa un ovulo per placare il bruciore.

Oggi non ho fatto incontri e mi sono dedicata a commissioni e risposte agli Unni via mail.

Adesso finisco di mandare le mail e poi faccio una scappata all' Esselunga a prendere qualcosa,

Baci

Do Solo Del Mio



lunedì 13 ottobre 2014

A GIOCARE CON L'ACCENDINO SI RISCHIA DI APPICCARE UN INCENDIO

E' una frase che mi ha detto un mio caro amico questo sabato appena passato quando gli ho parlato della mia intenzione di intortarmi un amico del naziskin con cui ho litigato qualche mese fa.

Lui è molto più piccolo di me (tranquilli è maggiorenne e non rischio l'arresto) e lo vedo solo come un mezzo per divertirmi e per andare a quel concerto senza avere casini.

Morale della favola io e questo ragazzo ci stiamo sentendo tutti i giorni e ieri sera ci siamo mandati le foto dei nostri rispettivi tatuaggi, quando ho visto i suoi mi sono eccitata come non mai, credo proprio che il mio amico stia avendo ragione.
Mi ha anche fatto un effetto della madonna visto che stamattina mi sono svegliata con una caldana che mi è durata per ore, tanto da costringermi a buttarmi sotto la doccia e a ripescare un pigiama estivo.

Con lui ci devo ancora uscire ma prima o poi so bene che ci beccheremo, vi saprò poi dire gli sviluppi, sicuramente non posso dirgli il mio lavoro altrimenti apriti cielo, infatti quando mi ha chiesto che cosa faccio nella vita gli ho detto di lavorare per conto mio e ho subito cambiato discorso, con lui è meglio parlare di tutto tranne che di questo.

Oggi comunque sono moscissima, sto rispondendo alle mail in modo molto lento, sta pioggia mi butta giù come non mai e non esco se non per necessità.
So che mi devo mettere sotto col lavoro perché sto ordinando le inferriate per le finestre di casa mia e vorrei pagarle subito almeno mi levo anche questo pensiero.

Ora torno al lavoro

Un bacio

Do Solo Del Mio

giovedì 9 ottobre 2014

TORTE E INTORTAMENTI

La vita mi sembrava troppo piatta tanto che ora si sta movimentando un po': vi ricordate quel naziskin che aveva minacciato di farmela pagare perché gli avevo dato dell'avanzo di galera?
Bene ora lui e i suoi amici hanno organizzato un concerto dove suonerà un cantante che voglio assolutamente vedere da anni e di certo non rinuncerò così facilmente.

Ma torniamo indietro di qualche mese: lo scorso inverno, quando mi ero appena trasferita nella casa nuova, stavo tornando a casa da un incontro, ero in stazione scazzatissima e stanca, quando a prendere il treno con me c'era un ragazzo coi capelli rasati.

Guardandolo meglio mi sono accorta che era un Hammerskin (le toppe cucite sul suo bomber hanno parlato chiaro) ma ho fatto finta di niente (tanto ero vestita da lavoro e non mi ha neanche notata).
La Domenica successiva l'ho rivisto vicino a casa mia durante una manifestazione ma anche lì ho fatto la gnorri.

Ieri mi era venuto in mente questo ragazzo, così ho deciso di contattarlo via Facebook con la scusa che abitiamo vicini e di intortarmelo per non avere problemi.

Ovviamente in manco mezza giornata mi ha chiesto di uscire e ha insistito tantissimo per vedermi, stasera se sono libera credo di incontrarlo, oggi mi ha anche detto che sono una bella ragazza (sapevo fin dall 'inizio che mi sarebbe andata bene, conosco i miei polli ormai e so dove andare a parare).

E' molto più piccolo di me ma il fine non giustifica i mezzi, oltretutto è anche simpatico e per nulla acido a differenza dell'altro che andrebbe preso a calci in bocca ogni volta che dice qualcosa, magari ne esce qualcosa di buono, chi può dirlo.

Di sicuro preferirei andare al concerto con lui che con la mia amica che viene solo a curiosare, la musica RAC le fa schifo, gli skinhead non la attizzano, ha atteggiamenti da snob e non parla con nessuno, quindi sarebbe a dir poco una zavorra in un caso del genere, anche perché a quei concerti vado per rimorchiare, quindi meglio da sola.

Ma non finisce qui: ovviamente ci sono anche delle novità sul fronte vicino di casa (so bene che siete curiosi dei miei intrighi, me ne accorgo dalle statistiche di Blogger); ormai io e lui manco ci salutiamo più, è incazzato con me perché quest'estate l'ho fatto litigare con la morosa perché sono uscita in giardino in completino intimo (ma che dispiacere, mi sto strappando i capelli dal dolore, ahahah) e poi perché l'altro giorno gli ho dato della testa di cazzo perché continua a passare imperterrito con i suoi cani davanti a casa mia.

Oggi verso le 14 sono uscita a buttare la plastica quando ho notato che aveva perso il suo cappello (una coppolaccia da 90enne che puzza pure di cantina), così me lo sono messa in tasca e me lo sono portata a casa, sicuramente sto tramando qualcosa, ora devo solo accertarmi che sta ancora insieme a quel maschio mancato e il gioco è fatto, vi terrò aggiornati.

Adesso torno a rispondere alle mail degli Unni, oggi non ho combinato niente,

Un bacio

Do Solo Del Mio



venerdì 3 ottobre 2014

GELATIERE RIPOSA IN PACE

Avrei dovuto scrivere questo post ad Agosto quando navigando su Facebook mi è successa una strana cosa e poi non venite a dirmi che non bisogna credere alle coincidenze: era un caldo (si fa per dire vista l'estate merdosa che c'è stata a Milano) pomeriggio d'estate, mi stavo preparando per andare da un cliente, avevo il mio cellulare privato in mano e sul social network, senza che io cercassi nulla o avessi amici in comune, mi è apparsa il profilo di questo mio ex cliente come prima voce.

Ovviamente sono andata a cliccare sopra e con grande sorpresa sono venuta a sapere che era venuto a mancare questo Luglio appena passato.
Finito l'incontro sono tornata a casa e mi sono messa su Google a cercare delle notizie sui giornali locali per sapere le cause del suo decesso e sono venuta a sapere che è morto d'infarto a poco più di cinquant'anni.

La cosa curiosa è che proprio il giorno del mio compleanno l'avevo mandato a fanculo  augurandogli anche di schiantarsi contro  un albero, è proprio vero che bisogna stare attenti a ciò che si dice perché potrebbe avverarsi.

L'avevo mandato a fanculo perché era diventato un perditempo colossale, non veniva agli appuntamenti, mi tartassava di sms e la settimana prima mentre ero da uno dei miei soliti clienti si era permesso di chiedermi un incontro in tarda serata e darmi 50 Euro perché aveva solo quelli in tasca.

In più quello stesso sabato mi sono anche messa a fare un riposino pomeridiano e mi sono svegliata con un'irrefrenabile voglia di gelato, tanto che la sera io e la mia amica siamo andate da McDonald's dove io ho preso un sundae per placarla.

Qualche settimana fa la mia amica è venuta a casa mia e mi ha detto: "Va che il tuo cliente gelatiere mi è apparso in sogno dicendo di andare in paese a chiedere della sua storia prima di trarre conclusioni e ci sono dei documenti per voi".
Lei non l'aveva mai incontrato ma solo visto in foto e saputo di lui solo quel sabato.

Appena può andremo dalle sue parti e vediamo, siamo troppo curiose, vogliate o no io credo a queste cose, vi terrò aggiornati appena vado lì.

Pensate che lui è stato uno dei mie primi clienti e vedendomi per la prima volta aveva esordito con un "Complimenti per i tatuaggi", gli sono sempre piaciuti, forse anche lui ne aveva qualcuno ma ora non ricordo, è passato davvero troppo tempo.

Adesso vado a letto, sia la mia vita che il mio lavoro devono andare avanti come sempre,

Baci

Do Solo Del Mio