Pages

Subscribe:

domenica 12 febbraio 2012

E CHE PALLE STA CRISI

Da mesi ormai non si parla d'altro: l ' Europa è in crisi, la Grecia è sull'orlo del baratro, l' Italia la seguirà a ruota (ma tiè!!), la Sinistra che fa danni (sacrosanta verità), ci sono scioperi a nastro (e io che bestemmio).

Ma c'è una cosa che davvero non tollero: le continue lamentele della gente che piange miseria!!!
Capisco che ci sono i veri poveri, ma proprio non sopporto quelli che vogliono fare la vita da nababbo prendendo solamente 1000 € al mese che vogliono per forza apparire con l'ultimo iPhone e cazzi vari.

Molti secondo me si riducono con le pezze al culo grosse quanto il volante di un trattore perchè fanno finanziamenti anche solo per comprarsi il cellulare e si appoggiano alle carte revolving, creando così un circolo vizioso dal quale poi è difficile uscirne.

Quando lavoravo al call center mi compravo sempre quel che potevo permettermi e la carta di credito la usavo solo se necessaria (ma appena ho potuto ho saldato tutto e adesso è lì dormiente da circa 2 anni ahahah), forse sono dell'idea che bisogna comprare solo quello che serve, per esempio io faccio la escort e il cellulare lo uso solo per ricevere chiamate e mandare sms, quindi cosa me ne faccio di Blackberry, iPhone o cose del genere? Tanto il cliente quando sei con lui manco lo vuole vedere (vuole vedere qualcosa che madre natura mi ha già dato), quindi cosa vado a spendere a fare 700 € o quello che è per un telefono? Ma manco morta!!!

Io per dire ho 2 telefoni: un NGM soap per lavorare (è dual sim quindi fa comodo, poi ha le faccine pucciose che non guastano mai visto che adoro quelle cose tutte cicci puffi) e un vecchio Samsung dual sim che cambierò solo quando tirerà le cuoia per la vita privata.

Adoro i vestiti, sono una vera droga per me, ma compro quasi sempre durante i saldi, tanto le marche che mi piacciono (Denny Rose, Pois, Rinascimento, Paolo Casalini, Fornarina, Braccialini) le trovo praticamente sempre o faccio incetta da Yoox (spesso si fanno veri e propri affari, col cavolo che spendo 80 € per una felpa prodotta oltretutto nei paesi poveri dove gli operai vengono pagati 2 soldi).
Altrimenti una buona alternativa sono i siti di shopping online nella Repubblica di San Marino.

Per quanto riguarda i cosmetici compro solo quelli che metto di solito (ormai ho testato che se prendo colori che non metto finiscono o a mia sorella o alla mia amica camgirl).
Ad ogni modo anche in questo caso cerco sempre le offerte, specie per prodotti come lamette, detergenti, assorbenti e cose così.

Io vivo di contanti, da una parte è buono perchè spendo solo quello che ho e non faccio finanziamenti (visto che al fisco risulto disoccupata nessuna finanziaria me ne concederebbe).

Intorno a me comunque vedo sprechi, sprechi e ancora sprechi: gente che compra più cibo di quel che consuma per poi buttarlo via, ragazze che non rinunciano alle unghie ricostruite (io non me le sono mai fatte fare, alla mia manicure ci penso io da quando avevo 14 anni), alla ceretta dall'estetista, famiglie che buttano via cellulari, PC ed elettrodomestici ancora nuovi solo perchè si sono stufati.

Una cosa sulla quale non mi vedrete mai risparmiare sono i tatuaggi visto che con quelli ci morirò e li vedono i clienti, quindi mi scelgo sempre tatuatori con esperienza e bravi, non c'è nulla di peggio secondo me che vedere su una persona dei tatuaggi fatti male.

Detto ciò me ne vado a dormire, domani devo ricominciare a lavorare con gli incontri dopo una settimana chiusa in bellezza,

Baci

Do Solo Del Mio

0 commenti:

Posta un commento